27. Januar 2021 · Kommentieren · Kategorien: Krypto
  • La Banca centrale delle Filippine ha deciso di regolare le attività legate alle criptovalute all’interno della sua giurisdizione.
  • Questo sforzo mira a sostenere la crescita di attività fintech innovative, mitigando i rischi per i suoi cittadini.
  • Tutte le transazioni legate alle criptovalute saranno trattate come servizi di rimessa.

Le Filippine si sono unite alla lista dei paesi con un quadro normativo stabile per Bitcoin e altre attività legate alle criptovalute.

Questo sviluppo non è una sorpresa. Più autorità finanziarie in tutto il mondo hanno iniziato a fare sforzi deliberati per chiarire la loro posizione sulle criptovalute.

Le Filippine prendono una posizione

Secondo un rapporto dell’Inquirer, le attività relative alle criptovalute saranno trattate sotto il controllo della Banca Centrale delle Filippine. Questi cambiamenti sono stati mirati al controllo della conformità antiriciclaggio (AML) per i fornitori di servizi finanziari. Le attività digitali come le criptovalute saranno ora incluse.

Il Bangko Sentral ng Pilipinas ha ora affermato l’approvazione di questo quadro. Ci si aspetta che le piattaforme all’interno della giurisdizione del paese, responsabili di fornire una forma di servizio di criptovalute o un’altra, siano conformi.

Il consiglio monetario filippino ha chiaramente indicato le aree che saranno soggette a queste nuove regole. Anche il commercio e il trasferimento di criptovalute e i fornitori di servizi di custodia sono inclusi in questa categoria. La sponsorizzazione del terrorismo e l’occultamento di denaro sono i due principali crimini che il governo filippino cerca di frenare.

In una dichiarazione, il governatore della BSP Benjamin Diokno ha detto;

„Abbiamo visto una crescita accelerata nell’uso [degli] scambi di valuta virtuale negli ultimi tre anni, ed è giunto il momento di ampliare la portata dei regolamenti esistenti in riconoscimento della natura in evoluzione di questa innovazione finanziaria e stabilire aspettative di gestione del rischio commisurate.“

Le autorità delle Filippine sono state per lo più silenziose su questo argomento dalla sua ultima modifica nel 2017.

Questi aggiustamenti apportati dalla sua banca principale sono stati estesi per includere gli altri aspetti delle operazioni legate alle criptovalute. Gli aggiustamenti precedenti coprivano solo lo scambio di asset digitali in fiat e viceversa.

Secondo la banca centrale, queste nuove linee guida sono orientate a far progredire l’adozione degli asset virtuali nella regione. I regolatori sostengono che non intendono soffocare l’innovazione, ma sono consapevoli dei rischi inerenti agli asset virtuali.

Trattare le criptovalute come pagamenti transfrontalieri

I funzionari dicono che le migliori pratiche dell’industria fintech sono state prese in considerazione per creare questo nuovo quadro. Hanno aggiunto che adeguati standard di gestione del rischio sono stati infusi in queste linee guida e rispettabili istituzioni internazionali come la Financial Action Task Force hanno approvato questi standard AML.

Citando Diokno:

„Questo assicurerà che le attività relative ai fornitori di servizi di asset virtuali siano eseguite all’interno di una catena ininterrotta di entità regolamentate“.

Le transazioni di criptovaluta all’interno della giurisdizione del paese saranno anche classificate come transazioni di rimessa e trattate come tali. Tutte le piattaforme che forniscono qualsiasi forma di servizio relativo agli asset digitali sono tenute ad agire di conseguenza. I pagamenti effettuati utilizzando i servizi dei mezzi criptati saranno anche trattati come pagamenti transfrontalieri. Questi fornitori di servizi saranno tenuti a rilasciare informazioni sulle identità delle parti invianti e riceventi.

Kommentare geschlossen